10 mar

PRIVALIA ANNUNCIA TAGLI. L’AZIENDA SPAGNOLA SI RESTRINGE IN ITALIA

E’ una realtà che conosco molto bene, sono parecchi i post che le ho dedicato,  ma è sicuramente il magazine realizzato nella loro sede ad avermi lasciato un ricordo indelebile. Un ambiente super professionale, ma anche friendly, pieno di giovani, anche in posizioni chiave.  Questa notizia mi ha molto colpita: l’azienda spagnola, a quanto di capisce dalla notizia, non è in crisi, ma ha deciso di ridimensionare la sua presenza in Italia. I lavoratori – 52 in esubero secondo l’azienda – hanno inscenato un funerale, uscendo da quel mondo virtuale in cui fino a pochi giorni fa lavoravano nell’ombra.

Milano, 7 marzo 2014 – “Siamo vicini ai lavoratori di Privalia, da giorni in sciopero per tutelare i propri posti di lavoro, come Amministrazione ci adopereremo per attivare tutti i canali di dialogo possibili  per la tutela dell’occupazione” così l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca Cristina Tajani al termine dell’incontro avvenuto tra le Rappresentanze Sindacali dell’azienda e i rappresentanti dell’assessorato.  “La vicenda Privalia è purtroppo rappresentativa di un fenomeno preoccupante – ha proseguito l’Assessore Tajani –   Le scelte, pur legittime, di aziende straniere di riallocare le proprie produzioni all’estero dopo anni di attività in Italia e pur in situazioni aziendali non sfavorevoli, moltiplicano le già drammatiche conseguenze della crisi”. “Il mercato del lavoro è in forte sofferenza, i tassi di disoccupazione, specie giovanile, preoccupano, e molto – conclude l’assessore – e   non si può non pensare che questi 50 lavoratori, quasi tutti giovani sotto i trent’anni, vedono sgretolare le loro prospettive a breve di una sicurezza lavorativa e di vita. Per questo e altri casi, quindi, pur comprendendo le legittime ragioni aziendali, non posso che sollecitare tutti alla responsabilità di comprendere le difficoltà del momento e l’esigenza di difendere i posti di lavoro”.  Privalia è una società spagnola di vendita on line, attiva da sette anni in Italia che pur dichiarando una situazione aziendale favorevole è interessata da un sensibile processo di riorganizzazione. La proprietà intende  ridimensionare fortemente la presenza in Italia, pur non abbandonandone i mercati, definendo il licenziamento di oltre 50 lavoratori sul centinaio in forze nel nostro paese.

29 nov

VIAGGIO DENTRO PRIVALIA: COME FUNZIONA L’ECOMMERCE


Ecco il mio viaggio dentro Privalia, il club di shopping online, per provare che dietro un sito Internet non c’è il vuoto penumatico, che ogni clik si perde nel buio, anzi: ci sono persone (e tante) che lavorano per soddisfare le esigenze di tutti i soci, per rispondere a tutte le domande, per parlare con ognuno, one to one.

04 ott

PRIMA CAMPAGNA VENDITA PER FAN SHOP PRIVALIA

Facebook e i suoi utenti: un mondo a parte che merita una cura speciale. Per questo Privalia, club di shopping in cima alla mia lista, ha pensato di pensare ad una campagna vendita solo per i suoi fan. Dalle 9:00 del 5 ottobre alle 24:00 del 6 ottobre una selezione di capi di abbigliamento del nuovo brand Untho saranno disponibili in esclusiva solo per i fan della pagina “Privalia Italia” su Facebook che si saranno registrarsi alla vendita sull’applicazione Fan Shop. Untho nasce dalla ricerca artistica di nuovi modi espressivi di Alessio Schiavon. La parola “Untho” è un falso acronimo delle parole: UrbanN TrasH Optimized. La parola “Urban” rappresenta la città in quanto il soggetto principale dei lavori di Alessio sono proprio le persone che la vivono, “Trash” ovvero spazzatura si riferisce agli elementi che l’artista prendeva dalla strada per creare le sue opere e “Optimized” si riferisce invece alle foto dei quadri ottimizzate per essere pubblicate nel suo sito untho.net.

12 set

QUANDO COMPRAI IL REGALO DI NATALE A SETTEMBRE

Inizio ad apprezzare questa capacità di essere lungimiranti ed organizzati propria degli internauti. Ed è per questo che oggi ho colto l’occasione per fare il regalo di Natale a mia madre. Da Privalia mi è arrivata la mail di una campagna d accessori Rocco Barocco, brand che lei predilige. Fu così che dopo il pranzo da lei, sono andata sul sito, le ho fatto scegliere l’oggetto dei desideri (con mia madre è sempre meglio evitare le sorprese). La vedete qui a lato: costava la bellezza di 245 euro, l’ho comprata a 97 euro + spese di spedizione. Nel frattempo mi stanno arrivando molte vostre segnalazioni di acquisti incauti online. Cercherò di indagare, magari con l’aiuto di esperti e associazioni competenti. Intanto mi godo il sole milanese, certa che sotto l’albero quest’anno, mammà troverà ciò che vuole….

25 ago

MY FAVOURITE SITES… PARAFRASANDO JOHN COLTRANE

Inizio a fare un piccolo viaggio fra i siti che ho usato in questi due mesi. Beh, ammetto che strumento fondamentale per cercare qualcosa è per me sempre Google, dove scrivo l’articolo o il servizio che cerco. Esempio: spesa a domicilio a Milano oppure spesa online a Milano. Da lì si ha subito una panoramica delle offerte. Finora, come già sapete, ho fatto la spesa su www.esselunga.it. Li trovo molto efficienti e c’è veramente di tutto, dalla bruschetta al calzino, c’è anche un settore, seppur molto limitato, dedicato ad editoria ed edicola. In molti però mi fanno notare differenze significative di listino fra offline e online, cosa che non dovrebbe essere, dato che si paga già la consegna. Su questo punto focale vorrò indagare più a fondo nelle prossime settimane (avrò l’onore di una chiacchierata con Mister Caprotti?). Segnalato da molti come sito valido e sicuro soprattutto per quando riguarda il biologico, è sicuramente www.bioexpress.it che ti consegna settimanalmente prodotti a prezzi competitivi, di stagione e biologici. Certo, non scegli tu la cassetta, ma ne puoi conoscere il contenuto sul sito e quindi prepararti con ricette gustose. Mi incuriosisce molto anche il sito di prodotti surgelati www.eismann.it. Per la mia passione del bio (sì, rispondo a quelli che me lo hanno chiesto di nuovo: sono vegetariana) mi avventurerò anche nelle terre dei G.A.S. che sono i gruppi di acquisto solidale che fanno spese collettive in cascine e fattorie a km zero. Per la spesa a domicilio fuori da Milano, c’è www.basko.it a Genova e www.coop.it in molte città italiane. Mettendo la provincia si scopre se il servizio online è disponibile nella zona di vostro interesse. Continua a leggere…

02 ago

IN MONTAGNA CON DUE DESTRE


Questo video l’ho potuto caricare solo oggi, sul suolo milanese…narra di una folle che non sa fare una valigia e di come lo shopping online suggerisca come migliorarti la vita…

05 lug

SCOOTER IN RISERVA…

Ecco cosa capita ad una internauta alle prime armi: prima di comprare i buoni benzina su Internet, ci vorrà ancora qualche vostra lezione di e-commerce…nel frattempo butto giù qualche etto pedalando per una Milano rovente…