29 ott

CON LE ALI SOTTO I PIEDI E IL BOLLO ONLINE

Ho sempre avuto l’idiosincrasia dei moduli da compilare e per me è uno sforzo incredibile avere a che fare con la burocrazia e le scartoffie in tutte le loro accezioni. Questo progetto, sotto questo punto di vista, mi sta davvero aiutando a fare un passo in avanti nell’evoluzione della specie… però sono sempre un disastro quando mi arrivano dei documenti e delle richieste di pagamento, comunque! Così sono entrata in panico con la lettera della Regione Lombardia per la richiesta di pagamento del bollo dello scooter. Grazie alla tecnologia ci sono un mucchio di modi per pagare, dal bollettino al tabacchino, dalla banca al Web. Quindi sono andata sul sito dell’Aci…ma non ci ho capito niente sulle date da inserire. Così ho chiesto aiuto con una mail, certa che, nel nostro ridente Paese, nessuno ti risponde davvero. E INVECE NO! Una persona molto gentile mi ha inviato la schermata tutta compilata delle cose che dovevo inserire: eccola qua!

E così, bollo pagato con Bollonet ed io sono molto sollevata di aver superato queste mie resistenze interne! La prossima sono le rate condominiali…accidenti, non si finisce mai!

15 ott

FRANCESCAONLINE ALLO SGOMBERO DI VIA SAVONA

 
…Perché io sono prima di tutto una giornalista, e quindi ieri ho mollato il pc e i social network per andare a seguire una notizia con il mio operatore Gigetti (che si arrabbia perché lo chiamo così) in Via Savona a Milano per documentare lo sgombero dell’ex bottiglieria occupata. Diciamo il vero: mia madre abita in zona e io ci passavo spesso: era solo una triste e vuota casa colpita da uno sfratto che aveva ripreso a vivere. Mai disordini o disagi per i cittadini….Dicevo, volevo andare a documentare in via Savona, ma là non potevamo arrivare: strade bloccate da cordoni di poliziotti in assetto anti sommossa. Nulla da fare e per un giornalista avere una notizia a tre metri e non poterci arrivare è terribile.