30 mar

LA MUSICA SI SCARICA ANCHE AL SUPERMERCATO

Oggi evento degli eventi: appuntamento all’Esselunga di via Lorenteggio per il lancio di un’iniziativa unica in Italia: il supermercato ha aperto le vendite di musica digitale che potrà essere scaricata attraverso una card prepagata. A fronte di una pirateria spaventosa nel nostro Paese (assunto Internet = gratis ha messo in ginocchio l’industria musicale italiana), oggi si cerca di “rieducare” la fascia di popolazione che scarica musica dal Web di farlo in modo legale, a prezzi vantaggiosi, con l’Ok delle major discografiche (ovvero qualità del suono perfetta). Era tanto che volevo incontrare i vertici dello store che mi ha permesso un eccellente sostentamento grazie al loro servizio online…e così ne ho approfittato per rispondere ad alcune delle domande che mi ha rivolto pochi giorni fa Alice: “Buongiorno, ho visto che in questo sito si parla di acquisti on line. Ho letto anche un articolo che parlava della spesa on line in esselunga. Ma come funziona esattamente? Chi fa la spesa al posto tuo nel punto vendita? Da dove partono i prodotti, da quale punto vendita? c’è un incaricato apposito che ti fa la spesa? e i prezzi sono mediamente più alti rispetto a quelli che troveresti nel punto vendita e negli scaffali del centro di Milano?”. Ecco le risposte di Gabriele Villa direttore commerciale di Esselunga. A sviluppare il progetto di Esselunga MusicStore Play.me by Dada.

28 gen

SPESA: ESSELUNGA MI PORTA A CASA CIO’ CHE MANCAVA!


Brevissimo aggiornamento: ieri ho chiamato il numero verde di Esselunga e, dettando il codice sul foglio dell’ordine dei prodotti mancanti, mi hanno già fissato una nuova consegna con ciò che non è arrivato a destinazione! Wow. Comunque Saveria, la mia mamma calabrese, ovvero la sarta che ha bottega accanto al mio portone, e che mi segue sempre, stamattina mi ha sentito in radio e mi ha d3etto: “Ah Francé, ma sei così stordita da non accorgerti che non ti avevano consegnato frutta e verdura?? E sì che sono cose voluminose!!”, cosa dire? Saveria ha ragione, ma io sono alla fusione termonucleare globale, e quindi…

27 gen

ESSELUNGA SI DIMENTICA FRUTTA E VERDURA…E IO FIRMO!

Come si dice: ho ceffato! Ieri sera mi è stata consegnata la spesa. Era quasi un mese che non compravo nulla, con la casa invasa da leccornie natalizie, pranzi e cene in giro per il pianeta, ecc. Quasi le 22. Cotta dalla stanchezza e dal quarto episodio di Ben 10 (nonché dal montaggio del castello della Playmobil che ho regalato a Natale a Fil), ho visto arrivare il tipo della consegna e spontaneamente alla vista dei due sacchetti ho chiesto: “E’ tutta qui?”. Risposta “Sì”. Firmo, saluto, torno a casa e metto a posto…e vado a dormire. Stamattina controllo e: manca tutta la frutta e tutta la verdura: arance, mele Fuji, carote, cavolfiore, cipolle rosse, pomodori a grappolo, sedano, pere kaiser, asparagi! Ed io ho firmato, sicura della loro efficienza! Bisogna sempre controllare e sono sempre stata io la prima a suggerirlo. Ora sto provando a chiamare il servizio clienti Esselunga. Staremo a vedere. Intanto pubblico la lettera di Lalo, che mi è molto piaciuta: “Ciao Francesca, ho appena sentito del tuo acquisto che è arrivato da altra parte del mondo..( personaggio dei fumetti…scusa ma non ricordo bene…rotolone …o come si chiama ??)
Beh che dirti..io ho 37 anni e mia moglie 1 in +…abbiamo 2 figli…valentina di 4 anni e luca di 2 mesi….
che c’entra tutto questo ??boh..cmq anche noi usiamo spesso acquistare on line….paghiamo con paypal e abbiamo sempre ricevuto tutto…anzi, poiché mia moglie è appassionata di scarpe, quelle volte in cui abbiamo sbagliato il numero, ce lo hanno sostituito…
unico neo….1 pacco sequestrato in dogana a linate e di cui dovrò anche rispondere….aheheheheh arrivata da hong kong…
cmq…non ci arrendiamo….andiamo avanti cosi e vediamo che si risparmia…e non poco…
alla prossima
lalo”

09 nov

QUANTO COSTA LA SPESA ONLINE?

Ormai sono mesi che faccio la spesa online e non metto piede in un supermercato. Riempire il carrello con un click mi ha lasciato, finora, soddisfattissima: il sistema è semplice, veloce, si risparmiano code e tempo, e le borse pienissime mi vengono consegnate direttamente a casa quando voglio io.

Alcuni di voi, però, mi hanno segnalato delle differenze di prezzo tra i prodotti acquistati online e quelli comprati direttamente al supermercato. Teoricamente, i prezzi dovrebbero rimanere invariati, dal momento che, per farsi consegnare la spesa a casa, si paga già un sovraprezzo di circa 8 euro; inoltre, è necessario che la spesa online consista in un ordine minimo di 40 euro.

Così, oggi, facendomi aiutare da Alice alias Naima, ho deciso di fare un piccolo esperimento: prima ho fatto la mia solita spesa online su Esselunga.it, segnandomi uno per uno i prodotti acquistati; dopodichè, ho mandato Alice allo stesso supermercato ad acquistare i medesimi prodotti. Com’è andata?

Continua a leggere…

01 nov

HALLOWEEN, OBIETTIVO RAGGIUNTO: LA PAURA

Peccato per la Fogger Bubble Machine, ancora negli States, ma comunque la festa di Guaggoguin /Halloween è andata benissimo. Avevo portato le cose acquistate con la spesa online dell’Esselunga e nel sito delle magie carnevalesche: dolce “Dolcetto o scherzetto”, caramelle gommose a forma di zucche sorridenti e sdentate, zucche di cioccolato con dentro la sorpresa, coriandoli giganti a forma di zucca, teschio e pipistrello, lampade di carta con cui fasciare lampade tradizionali (con effetto arancione), ragnatele finte da applicare, una parrucca bionda con cui sto talmente male da sembrare una psicopatica, un cerchietto con zucche luminescenti e un cappello da strega professionale per poi travestirmi: abbiamo costruito un antro magico e mi sono piazzata là dietro. La strega era arrivata e a turni i bambini venivano da me per un colloquio. Ero davvero inquietante…andate un po’ a vedere! Continua a leggere…

19 ott

PRIMI ACQUISTI PER HALLOWEEN!

Halloween si avvicina, e io non ho saputo resistere! Spinta dalla curiosità, ho girovagato su siti americani per cercare idee d’acquisto o anche solo per scoprire qualche novità. Le cose più interessanti le ho trovate sul sito della sempre rediviva Martha Stewart, o su Pottery Barn (che però, purtroppo, non fa consegne fuori dagli Usa), o ancora su Etsy: se proprio tutto non si può comprare, quantomeno si trovano idee interessanti da copiare!

Ma, alla fine, non ho resistito: sul sito di GrandinRoad, ho acquistato la meraviglia che potete ammirare qui a lato: una fogger bubble machine, ovvero una macchina che fa bolle di sapone “ripiene” di fumo! Filippo, probabilmente, ci impazzirà… e anch’io! Non ci credete? Guardate il video!

Continua a leggere…

13 ott

SPESA ONLINE? IN ITALIA SIAMO MESSI ANCORA MALE

Alice alias Naima è una dolcissima ragazza super tecnologica votata alla mia causa. Mi ha così aiutato a fare quell’indagine a tappeto sulla spesa online che tanto mi avete chiesto e che solo con il suo terzo e quarto occhio ha potuto vedere la luce. Questa è solo la prima puntata di una ricerca volta a capire come mai in alcune realtà il servizio online era nato, per poi scomparire. Ecco le prime scoperte: “Dalle ricerche che ho fatto sulla spesa online, credo di poter dire che, almeno in Italia, siamo abbastanza messi male: innanzitutto i supermercati fanno le consegne a domicilio con spesa pagata online (come fai tu con Esselunga) solo in alcune città e praticamente, se si esclude Roma, solo al Nord. Inoltre, non tutti i supermercati offrono questo servizio (ne ho chiamati alcuni, di cui non trovavo nulla sul sito, per esempio Carrefour, e mi hanno detto che non è previsto), oppure lo offrono solo in alcune città: Coop solo a Roma, Crai e Auchan solo a Torino, Basko solo in Liguria. Despar ha un sito apposta, spesaonline.com, ma è in costruzione e sugli altri siti del gruppo non si trova nulla riguardo alla spesa online. Chi copre un’area più vasta è sicuramente Esselunga, che offre il servizio di spesa online con consegna a domicilio a Bergamo, Bologna, Brescia, Como, Firenze, Lecco, Lodi, Lucca, Milano, Monza Brianza, Novara, Parma, Pavia, Pisa, Pistoia, Prato, Reggio Emilia, Torino, Varese, Lago Maggiore, Verona, includendo anche la maggior parte di queste province.

Continua a leggere…