22 nov

WEB DOLCE WEB

Correre in ufficio, scrivere al pc, girovagare per la rete, occuparsi di bipede e quadrupede… fa venire fame! E, ogni tanto, è giusto dedicarsi qualche piccolo lusso goloso: d’altra parte, è proprio per questo che sono stati inventati i dolci.

Grazie ad Emidio, ho fatto una scoperta entusiasmante: grazie a Internet, è possibile farsi recapitare a casa nientepopodimeno che una vera Sachertorte originale. Fatevi un giro su Demel, oppure su Hotel Sacher. La delizia viennese, interamente glassata di cioccolato, vi arriverà a casa poco più di ventiquattrore dopo essere uscita dal forno. Così, non vi farete cogliere impreparati da Nanni Moretti e dai suoi adepti, e, soprattutto, potrete crogiolarvi nella bontà del cioccolato, senza dover volare fino a Vienna!

Nel malaugurato caso in cui, a qualcuno di voi, non dovesse piacere la Sachertorte, niente paura: la Rete offre possibilità per tutti i gusti del mondo.

Continua a leggere…

15 nov

ACQUISTI ONLINE… E LE TASSE DOGANALI?

Sempre spulciando tra le vostre mail, vedo che molti di voi mi chiedono qualche informazione sulle tasse doganali legate ai prodotti acquistati all’estero. Ebbene sì: quando si acquista online merce proveniente da un paese extracomunitario bisogna mettere in conto, oltre alle spese di spedizione (che dovrebbero sempre essere riportate sul sito su cui si effettua l’acquisto) anche le tasse di sdoganamento. Di contro, sulle merci acquistate in paesi appartenenti alla Comunità Europea non dovrebbero più esserci questi dazi da pagare, a parte la canonica IVA, che però a volte è già compresa nelle spese di spedizione.

Come funzionano queste tasse di dogana? E come si pagano?

Continua a leggere…

09 nov

QUANTO COSTA LA SPESA ONLINE?

Ormai sono mesi che faccio la spesa online e non metto piede in un supermercato. Riempire il carrello con un click mi ha lasciato, finora, soddisfattissima: il sistema è semplice, veloce, si risparmiano code e tempo, e le borse pienissime mi vengono consegnate direttamente a casa quando voglio io.

Alcuni di voi, però, mi hanno segnalato delle differenze di prezzo tra i prodotti acquistati online e quelli comprati direttamente al supermercato. Teoricamente, i prezzi dovrebbero rimanere invariati, dal momento che, per farsi consegnare la spesa a casa, si paga già un sovraprezzo di circa 8 euro; inoltre, è necessario che la spesa online consista in un ordine minimo di 40 euro.

Così, oggi, facendomi aiutare da Alice alias Naima, ho deciso di fare un piccolo esperimento: prima ho fatto la mia solita spesa online su Esselunga.it, segnandomi uno per uno i prodotti acquistati; dopodichè, ho mandato Alice allo stesso supermercato ad acquistare i medesimi prodotti. Com’è andata?

Continua a leggere…

04 nov

COME VENDERE SU EBAY IN POCHE MOSSE

EBay, delizia dei tanti, tantissimi che comprano e vendono all’asta i propri averi, o sono a caccia di un buon affare. Tempo fa avevo chiesto a Katia (all’epoca la conoscevo appena, ora siamo amiche di penna, di FB ecc.) di scrivermi i suoi consigli per chi volesse vendere su EBay. Li pubblico solo ora, sulla scia del bellissimo post che mi ha fatto prendere atto di come a volte perdere un’asta ci fa soffrire come fossimo piccoli e un po’ capricciosi Ecco la mail di Katia:

“Ciao Francesca!

Vendere su EBay è abbastanza semplice, basta registrarsi come privato e si può cominciare a vendere anche da subito! In questo momento Ebay ha prolungato, fino al 31/12, la promozione delle inserzioni gratuite per le prime 100!

Continua a leggere…

04 nov

COMPRARE ONLINE… LA LAVATRICE!

Sono molto felice quando qualcuno di voi mi scrive per raccontarmi le proprie esperienze di e-commerce: mi fa sentire molto meno sola!

Tra le tante email, ecco quella di Mario, che ci narra la sua decisione di acquistare online… una lavatrice nuova!

“Ciao Francesca, volevo raccontarti una storiella iniziata quest’estate. Appena tornati dalle vacanze la mia dolce campagna carica la prima tornata di vestiti sporchi nella lavatrice ma, dopo pochi minuti, tutte le luci iniziano a lampeggiare inesorabilmente e la lavatrice non va. Corro subito in suo aiuto e, fingendo una cera esperienza, la tiro fuori, smonto i vari tubi, ci soffio dentro e riprovo ma nulla! [...] La la reazione della mia compagna è tutto eccetto che dolce: basta, compriamo una lavatrice nuova, è la decisione che prendiamo insieme.

Continua a leggere…

26 ott

HALLOWEEN ONLINE

Come forse avrete intuito dagli acquisti fatti recentemente, ho approfittato dell’arrivo di Halloween per sperimentare le possibilità che l’e-commerce offre a questa festa: il Web può rendere più facile reperire costumi carnevaleschi e oggetti a tema, senza contare che l’oggettistica d’oltreoceano offre inaspettate sorprese!

La fogger bubble machine, purtroppo, non è ancora arrivata (è normale, trattandosi di spedizione intercontinentale), ma, in compenso, ho avuto una piacevole sorpresa ordinando dal sito Carnival Superstore: estremamente fornito, semplicissimo da usare e, soprattutto, velocissimo nella consegna. Gli articoli da me ordinati (alcuni di questi potete ammirarli qui a fianco) sono arrivati in meno di ventiquattr’ore. E così, ecco che in un battito di ciglia anch’io posso diventare bionda!

La rete viene in aiuto anche per tutte quelle cose che non si possono comprare, offrendo un vero e proprio mare di idee. Per dirne una: conoscete il fenomeno dei video tutorial, filmati realizzati amatorialmente e condivisi su YouTube, che spiegano, passo passo, come realizzare qualsiasi cosa? Molto nutrito è il gruppo di make up tutorial, precisissimi consigli per il trucco. Ecco qui una raccolta di idee – alcune complicatissime, ma davvero divertenti – di make up e costumi spaventosi!

Ma si trova davvero di tutto, ad esempio sul portale Halloween.it (sembra aggiornato al 2009, ma le idee non passano di moda), o, più precisamente, per i bambini, su Filastrocche.it. La rete è una vera miniera d’oro: dai suoni macabri e spaventosi da scaricare per spaventare gli invitati ad una festa, fino all’elenco dei simboli tracciati col gesso sull’asfalto dai bambini americani, per segnalare, durante la notte di “dolcetto o scherzetto”, le case in cui si ricevono più caramelle. E voi, che progetti avete per la notte delle streghe?

13 ott

SPESA ONLINE? IN ITALIA SIAMO MESSI ANCORA MALE

Alice alias Naima è una dolcissima ragazza super tecnologica votata alla mia causa. Mi ha così aiutato a fare quell’indagine a tappeto sulla spesa online che tanto mi avete chiesto e che solo con il suo terzo e quarto occhio ha potuto vedere la luce. Questa è solo la prima puntata di una ricerca volta a capire come mai in alcune realtà il servizio online era nato, per poi scomparire. Ecco le prime scoperte: “Dalle ricerche che ho fatto sulla spesa online, credo di poter dire che, almeno in Italia, siamo abbastanza messi male: innanzitutto i supermercati fanno le consegne a domicilio con spesa pagata online (come fai tu con Esselunga) solo in alcune città e praticamente, se si esclude Roma, solo al Nord. Inoltre, non tutti i supermercati offrono questo servizio (ne ho chiamati alcuni, di cui non trovavo nulla sul sito, per esempio Carrefour, e mi hanno detto che non è previsto), oppure lo offrono solo in alcune città: Coop solo a Roma, Crai e Auchan solo a Torino, Basko solo in Liguria. Despar ha un sito apposta, spesaonline.com, ma è in costruzione e sugli altri siti del gruppo non si trova nulla riguardo alla spesa online. Chi copre un’area più vasta è sicuramente Esselunga, che offre il servizio di spesa online con consegna a domicilio a Bergamo, Bologna, Brescia, Como, Firenze, Lecco, Lodi, Lucca, Milano, Monza Brianza, Novara, Parma, Pavia, Pisa, Pistoia, Prato, Reggio Emilia, Torino, Varese, Lago Maggiore, Verona, includendo anche la maggior parte di queste province.

Continua a leggere…

25 ago

MI VANNO BENISSIMO

In molti di voi c’era parecchia perplessità sul comprare le scarpe online: le dovresti provare, soprattutto perché il tuo piede calza un numero o mezzo numero diverso a seconda della marca, ecc, ecc. Tutto verissimo, ma io ho avuto fortuna e questo paio mi calza perfettamente. Di solito gli shopper esperti della Rete conoscono già la marca che acquistano online e quindi vanno a colpo sicuro. Certo, non amerei molto l’idea di una restituzione, anche se ormai quasi tutti i club di shopping hanno un ottimo servizio di resa. Mi capiterà sicuramente di doverlo fare, ma – citando un film della mia infanzia – questa è un’altra storia….