07 lug

PRIMO ACQUISTO ONLINE DI UNA MALATA DI LIBRIDINE

Questo è il bello della mia avventura: non riesco io stessa a prevedere le mie mosse. Così può capitare che i primi libri che compro dalla Rete, su www.bol.it, sono tutti uguali, sfruttando un vantaggioso tre per due. Sulla scia del racconto drammatico di un’amica, su una storia d’amore finita malissimo, ho deciso di donare a lei, e ad altre due fortunate (io sono io), il mitico, spassoso ed intrigante “Le regole” di Ellen Fein, Sherrie Schneider, una sorta di Bibbia per fidanzarsi e per farsi sposare. La mia domanda è: se si seguono, queste regole, che succede? Sarebbe divertente provarci come esperimento antropologico, anche perché alcuni dettami sono davvero antiquati, ed altri non si attagliano più alla figura della donna di oggi. Continua a leggere…

06 lug

QUANDO OSCAR CI PORTO’ IL PRANZO


Ed eccoci con Oscar per un pranzo in cortile coi fiocchi!!  Da www.bacchetteforchette.it

06 lug

FOOD DELIVERY, GIROCONTO E PRESENTAZIONE ALLA FELTRINELLI “BUCATA”

Comunicarvi che “c’è molta carne” al fuoco in questo blog è un vero colmo… per me che sono vegetariana, ma ho veramente un sacco di cose su cui aggiornarvi: ho comprato tre libri online…ma non mi sono ancora arrivati (prossimo post è proprio dedicato a cosa ho ordinato), poi sono così fusa da aver saltato ieri la presentazione del libro della mia amica Claudia Ceroni che, con Federico Taddia, ha scritto “Fuori luogo” per Feltrinelli. Era ieri nella splendida sede di Piazza Piemonte a Milano. Lo comprerò sul Web, ma intanto, mi scuso con lei sfruttando questa pagina. Altre novità: pranzo delivery oggi nel cortile di casa con alcuni amici. Ho chiamato www.bacchetteforchette.it e ho fatto l’ordine ma….non avevo più soldi sulla carta! Continua a leggere…

05 lug

SCOOTER IN RISERVA…

Ecco cosa capita ad una internauta alle prime armi: prima di comprare i buoni benzina su Internet, ci vorrà ancora qualche vostra lezione di e-commerce…nel frattempo butto giù qualche etto pedalando per una Milano rovente…

05 lug

LA SVEGLIA ALLE SETTE PER FARE SHOPPING

Ho appena comprato un paio di sandali con le pietre dure. Prezzo originale: 40 euro, li ho pagati 25. Poi un infradito con delle perline verdi, anche quelli in sconto. Mi sono puntata la sveglia presto perché iniziava questa campagna di calzature che mi garbavano e ho voluto provare questa emozione! Dato che io non ho portineria, per sicurezza ho messo l’indirizzo della redazione. Degli articoli che volevo ne restavano quattro paia del mio numero. Insomma, ancora due ore e PUF, non ci sarebbero state. Ho un video in serbo su un’altra questione, ve lo mostrerò nel corso della mattinata… Continua a leggere…

04 lug

FEBBRE DA GIOCO…ONLINE

Ditemelo voi, ve ne prego: come può avvincere i telespettatori assistere ad un torneo di poker in tv? Un conto è partecipare. Giocare a carte piace tantissimo anche a me (con l’amica Gaia ore ore a casa sua per chilometriche “cirulle” e scala quaranta), è anche divertente sedersi accanto a qualcuno che conosci e che sta facendo una partita. Gli dai suggerimenti, studi gli avversari con il distacco di chi non è coinvolto direttamente. Ancora più divertente, lo so, con il poker, con tutta la tensione emanata dalla puntata in denaro (finto o vero), dal mistero, dal buoi, dal contro buio, dal bluff…. Continua a leggere…

03 lug

LAVANDERINA? NO, ADRIANO!


Ecco svelato la vera lavanderina: è un omone simpatico dal viso aperto. Si chiama Adriano, e spero che venga sul blog a guardarsi!

03 lug

SALDI TUTTO L’ANNO

Qualche considerazione sui saldi volevo proprio farla. Tanto che sono qui, a tardissima ora, a scrivere un post che voi vedete stamattina. E’ giusto che esista questo rito, con code davanti a negozi che nei mesi precedenti erano pressoché deserti, è giusto il solito servizio tv fuori dagli stessi con domande standard tipo: “Cosa ti compri?” oppure “E’ tanto che aspetti? Quello annoiato accanto a te è il tuo fidanzato? Lui cosa si comprerà?” e via dicendo. In tempo di austerity la domanda regina è “Che budget hai per questi saldi?”. Perché di dané (o palanche, soldi, money, cash…) ce ne sono proprio pochini in giro ed è anche per questo che le stime presentate dall’Adoc non mi stupiscono, cito: “Il 54% dei consumatori effettuerà acquisti durante i prossimi saldi, ma la spesa scende del 4%. Prevediamo una leggera ripresa rispetto allo scorso anno, quando a non effettuare acquistare furono il 48% dei consumatori – dichiara Carlo Pileri, presidente dell’Adoc – ma la spesa per famiglia si attesterà sui 200 euro, circa il 4% in meno del 2009… Continua a leggere…