07 mag

A QUESTO SALONE POTREI NON ESSERCI?

NO, chiaramente! E sono già sull’ape modificata per partire! Il Salone del LIbro di Torino, di scena dal 10 al 14 maggio ha un tema che mi si attaglia direi, ovvero: “Vivere in Rete: le mutazioni indotte dalle tecnologie digitali”. Qual è il futuro del libro? Virtuale o cartaceo? Io penso che ci saranno tutti e due: in viaggio avremo un ereader su cui caricare una valanga di titoli senza pagare un salasso al check in, anche mio figlio, mi auguro, avrà un supporto digitale nello zaino, piuttosto che la scoliosi, in treno da una città all’altra per lavoro si leggerà virtualmente per appesantire il proprio bagaglio, ma a casa avremo più voglia e tempo per sfogliarci un libro cartaceo, da mettere poi sulla libreria, con l’odore della carta ingiallita. Io sono sempre per un mix fra vecchio e nuovo, uno scenario che mi ricorda la scenografia di Blade Runner, ma con più sole e meno replicanti, però. Nel mondo oggi circolano circa 80 milioni di tablet e 30 milioni di ereader. In Italia nel 2011 le tavolette digitali ammontano a 1,4 milioni (previste 2,5 milioni entro la fine del 2012) mentre il numero degli ebook disponibili è più che decuplicato. Nel frattempo libri digitali e lettori ebook ci indicano persino l’andamento dell’inflazione. Cambiano i tempi, cambiano le tecnologie e cambia anche la composizione del famoso paniere Istat. Secondo gli ultimi dati rilasciati da varie fonti su analisi condotte dal Politecnico di Milano e da Cefriel, il mercato dei piccoli dispositivi elettronici non solo registra un incremento ma è destinato a crescere ulteriormente nei prossimi anni…Ci vediamo a Torino, e vedrete che sorprese!

Commenti

Comments are closed.