25 mag

A TORINO SONO STATA…AMAZZONICA

Il titolo richiama più cose. Dal supporto per leggere i libri digitali (il Kindle di Amazon), alla richiesta di firmare subito qui per salvare l’Amazzonia, fino alle mie dimensioni fisiche ed energetiche! Al Salone del libro di Torino di quest’anno ne ho davvero combinate di tutti i colori, realizzando interviste fra il serio ed il faceto dove la domanda era: nel futuro si leggeranno più libri cartacei o digitali? Le risposte sono state tutte acute ed intelligenti. Mi è piaciuta da morire Concita De Gregorio (voce, pensiero, aspetto), per non parlare di Mario Calabresi (ragazzi miei che carisma), Corrado Augias (grande charme e grande acume) e quella sagoma conterranea di Dario Vergassola. Prima o poi riuscirò a caricarle.

Nel frattempo, ecco una piccola gallery di  una due giorni difficile da dimenticare….

22 mag

GIOCO ONLINE PER I PICCOLI E LE TARTARUGHE

Giù le mani dalle tartarughe. Incredibile che malgrado tutte le cose che vi devo raccontare (il Salone del libro di Torino con un sacco di Kindle sulla spalla, la settima edizione dell’eCommerce Forum con tante novità, la mia presenza al programma di Mirabella, stamattina su Rai Tre ad A Prescindere), non posso fare a meno di parlarvi dell’iniziativa del Wwf e Coop per la salvaguardia delle tartarughe: oggi e la Giornata internazionale della Biodiversità, dedicata quest’anno dall’ONU alla biodiversità marina, e parte la scoperta del mondo delle tartarughe marine con la “Turtle summer” organizzata da WWF Italia e Coop.
E’ stata inaugurata all’Acquario di Cattolica una mostra itinerante tridimensionale dedicata alle tartarughe marine. Tutte le specie esistenti  di tartarughe marine sono considerate in pericolo di estinzione: dopo decine di milioni di anni gli oceani rischiano di perdere per sempre alcuni dei loro ospiti più affascinanti. Da qui prende avvio l’iniziativa “Turtle Summer” che nasce  dopo il successo  dell’album dedicato agli animali “Il giro del mondo in 180 figurine” creato e distribuito da Coop in collaborazione con il WWF Italia.  Il percorso della mostra, che durerà  tutta l’estate,  partito oggi dall’Acquario di Cattolica,  proseguirà per Venezia, toccando poi  Trieste e giungendo con varie tappe fino alla Sicilia di Mazara del Vallo e Torre Salsa.Il Progetto Tartarughe WWF  è dedicato in particolare alla specie Caretta caretta, quella presente nei mari italiani e minacciata da varie attività umane.
Ogni anno in Italia vengono deposti circa 30 nidi localizzati per la maggior parte tra la Sicilia meridionale e la Calabria Jonica. Nell’intero bacino del Mediterraneo se ne contano circa 7.200. Alberghi, locali, strade, centri balneari  possono spaventare una femmina che voglia deporre, ma anche nel caso riesca a farlo la riuscita del nido è a rischio.  A mare è l’attività di pesca a costituire il principale problema per le tartarughe. Palangrese, strascico e reti fisse sono gli attrezzi da pesca che provocano il maggior numero di catture e morti. Si stima che ogni anno circa 150 mila tartarughe marine finiscano catturate nelle attrezzature da pesca nel Mediterraneo e  che di queste oltre 40.000 muoiano. La loro cattura non è intenzionale ed è anzi di intralcio al lavoro di bordo, ma il pescatore non può evitarlo e l’unica cosa che può fare è rilasciare la tartaruga nelle migliori condizioni possibili. Per questo motivo durante tutta l’estate il progetto prevede azioni di sensibilizzazione dei pescatori su come comportarsi nel caso di catture accidentali.Una ulteriore fase del progetto vedrà protagoniste  cinque esemplari di Caretta caretta, catturate accidentalmente dalle reti,  che verranno rilasciate nel mare di Manfredonia, dotate di  trasmittenti satellitari.  Grazie a questa operazione, svolta in collaborazione con “Centro Cultura del Mare” A.P.S, i pescatori e La Lega Navale di Manfredonia,  sarà possibile seguirne le rotte in mare individuando le aree più frequentate, che meritano quindi una particolare attenzione per la conservazione di questi animali e aiuterà a capire meglio la biologia e lo status di conservazione attuale della specie.Per i più piccoli il sito internet, www.ilgirodelmondo.net   è un  gioco online  sul mondo degli animali ed è l’ultimo dei tasselli del progetto. Il gioco vuole far conoscere ai bambini la straordinaria varietà animale e come poterla salvaguardare con  i progetti del WWF.

12 mag

ALLA NOTTE DEI TALENTI VERRO’ PREMIATA ANCH’IO

“Sai che sono stata selezionata e vengo premiata il 16 maggio nel corso della Notte dei Talenti, organizzata dal Forum della Meritocrazia?” annuncio io ad un amico, orgogliosa. “Ah davvero ? – fa lui contento e poi aggiunge – e perché ti premiano?”.  Eppure sono considerata come una che ce l’ha fatta da sola, scalando montagne, strisciando in trincee di filo spinato e fango, saltando notti e resistendo al freddo e al caldo. E’ tutto metaforico, ma la fatica è stata davvero tanta. Ecco l’invito ufficiale: 

NOTTE DEI TALENTI, premiamo il Merito
Mercoledi 16 maggio 2012
Ore 20.30
Auditorium di Milano, via Gustav Mahler 16
Dedicato a te, che stai sul mercato, che vuoi iniziare, che credi nel tuo curriculum…. Un grande evento per promuovere il valore della meritocrazia e celebrare coloro che nei rispettivi ambiti sono riusciti ad emergere basandosi sul proprio merito, sulla propria volontà, sul proprio entusiasmo e non sulle raccomandazioni.  Nel corso della serata saranno presentati e premiati i migliori talenti selezionati da una giuria autorevole. La scelta punterà a premiare chi nell’ambito del proprio settore, realtà imprenditoriale, professionale, pubblico o privato, artistico, sportivo, medico, ricerca o no profit, in Italia e all’estero sia riuscito ad emergere.  Cliccando sul seguente link puoi vedere il promo della serata: http://www.youtube.com/watch?v=AJ_RY29h8GA
Ingresso libero sino ad esaurimento posti�
http://www.forumdellameritocrazia.it/

07 mag

A QUESTO SALONE POTREI NON ESSERCI?

NO, chiaramente! E sono già sull’ape modificata per partire! Il Salone del LIbro di Torino, di scena dal 10 al 14 maggio ha un tema che mi si attaglia direi, ovvero: “Vivere in Rete: le mutazioni indotte dalle tecnologie digitali”. Qual è il futuro del libro? Virtuale o cartaceo? Io penso che ci saranno tutti e due: in viaggio avremo un ereader su cui caricare una valanga di titoli senza pagare un salasso al check in, anche mio figlio, mi auguro, avrà un supporto digitale nello zaino, piuttosto che la scoliosi, in treno da una città all’altra per lavoro si leggerà virtualmente per appesantire il proprio bagaglio, ma a casa avremo più voglia e tempo per sfogliarci un libro cartaceo, da mettere poi sulla libreria, con l’odore della carta ingiallita. Io sono sempre per un mix fra vecchio e nuovo, uno scenario che mi ricorda la scenografia di Blade Runner, ma con più sole e meno replicanti, però. Nel mondo oggi circolano circa 80 milioni di tablet e 30 milioni di ereader. In Italia nel 2011 le tavolette digitali ammontano a 1,4 milioni (previste 2,5 milioni entro la fine del 2012) mentre il numero degli ebook disponibili è più che decuplicato. Nel frattempo libri digitali e lettori ebook ci indicano persino l’andamento dell’inflazione. Cambiano i tempi, cambiano le tecnologie e cambia anche la composizione del famoso paniere Istat. Secondo gli ultimi dati rilasciati da varie fonti su analisi condotte dal Politecnico di Milano e da Cefriel, il mercato dei piccoli dispositivi elettronici non solo registra un incremento ma è destinato a crescere ulteriormente nei prossimi anni…Ci vediamo a Torino, e vedrete che sorprese!