30 apr

EXPO 2015 VOTATE IL LOGO CHE VI PIACE DI PIU’

 

Si chiamano Alice Ferrari, savonese, 27 anni e laureata in Disegno Industriale, e Andrea Puppa, milanese, 30 anni, architetto e designer. Sono loro i due finalisti del concorso per scegliere il nuovo logo di Expo 2015. A presiedere la giuria che li ha scelti fra gli oltre 700 lavori presentati (tutti rigorosamente online)Giorgio Armani. Da oggi fino al 22 maggio 2011 è possibile votare quello che vi piace di più all’indirizzo www.expo2015.org

28 apr

AREA FREE WI-FI EXPO 2015

 

Eccomi all’inaugurazione dell’area Free Wi-Fi Expo 2015 nello splendido chiostro del teatro Grassi nel cuore di Milano, ribattezzata Casa Expo. A spiegarmi di cosa si tratta Lele Dainesi, responsabile Web Management & Digital Expo 2015.

27 apr

UN DOPPIO CLIC E LA CERETTA TI PELA

Un’amica mi ha scritto questa accorata mail in cui mi chiede di aiutarla a far girare la voce: ha un coupon di troppo: “Mi sono iscritta da poco a Groupon e per fartela breve prima delle vacanze di Pasqua ho comprato per sbaglio 2 anziché un coupon valido per 6 sedute di ceretta total body a 59 euro (anzichè 570 euro). Siccome sotto casa mezza gamba costa 35 euro mi sembrava molto molto conveniente. Ora si tratta di trovare qualcuno a cui interessi quest’offerta che è davvero buona perchè anche volendo io posso usare a mio nome solo un coupon. Lo so sono una maldestra pasticciona ma anche questo è lo shopping on-line..fai un click e acquisti e io di ho cliccato una volta di troppo, come se avessi soldi da buttare via…..Non sono così digiuna di acquisti on-line e in effetti non ti danno la schermata dell’avvenuto pagamento. L’ho scoperto leggendo la mai e mi sono sentita un po’ gabbata !!”. In Usa che sono molto più attrezzati (e si è già viralizzata la coupon mania) c’è un sito dove rivendere i coupon che non hai la possibilità di usare. In Italia arriverà, per forza. Ma cosa dire per quel famoso secondo clic?

25 apr

IL TROVA VACANZE ONLINE

Parliamo di vacanze. A volte è la pigrizia che ci assale, quando nel Web le offerte sono tantissime e non sempre hai la pazienza di districarsi in quel mare magnum. Ho già segnalato in passato il sito di Alpitour, soprattutto utile in casi come il mio (con un bimbo o più non si può rischiare…ahi ahi ahi), ma devo segnalarvi un altro portale che si chiama Homelidays e che ti mette in contatto coi proprietari degli appartamenti che cerchi per le vacanze, con le foto, i dettagli (c’è la lavatrice, ecc.) e il calendario con la disponibilità, mese per mese. Ti iscrivi ed hai la possibilità di contattare via mail il locatore che ti interessa facendogli anche alcune domande, poi puoi controllare il tuo dossier personale, con gli annunci che hai guardato, il carteggio coi proprietari ed al termine del viaggio (ormai una pratica comune) puoi raccontare la tua esperienza. Comodo davvero.

24 apr

LETSBONUS E MIRAMUSEO: COUPON A REGOLA D’ARTE

Innanzitutto, Buona Pasqua. Il sole sta tornando a splendere sull’Italia. C’è chi è già partito e chi invece lo farà domani per qualche giorni fuori porta, fuori città, fuori da tutto, aldilà dei soliti impegni e pensieri. Perché non fare anche un tuffo nella cultura, o mescolare cultura e natura, un bonomio che è ancora possibile nel nostro Bel Paese (con l’augurio che non costruiscano continuamente ed ovunque) ? Marcello La Cava di www.miramuseo.com mi ha segnalato su Linkedin un nuovo sito di coupon online, dove oltre ad offerte di ristoranti, Spa, concerti e teatri a prezzi stracciati, ci sono sconti sulle visite a musei e siti archeologici, come questo.

23 apr

PASQUA VEGETARIANA CON CAMBIAMENU.IT

Due famiglie italiane su dieci festeggeranno la Pasqua senza crudeltà, scegliendo un menu vegetariano. E per l’occasione la LAV propone, su www.cambiamenu.it, tanti piatti prelibati privi di ingredienti di origine animale e risparmiare così la vita dei circa 700.000 agnelli e capretti macellati ogni anno nel nostro Paese per questa ricorrenza religiosa. Ecco allora un “assaggio” del menu proposto dalla LAV: zucchine e carote al sesamo in insalata, in sottilissimi veli, per accogliere il commensale con delicatezza. Poi un solido Primo della tradizione mediterranea: spaghetti alla chitarra ai pomodorini secchi. Come Secondo un piatto che stupirà anche gli scettici: tofu e patate all’erba cipollina. Per esaltare la tradizione gastronomica regionale, possiamo deliziare amici e parenti con il Fagottino di carasau – vanto della Sardegna panificatrice – ripieno di carciofi e spinaci. Per concludere un must dei dolci senza ingredienti animali: il Crumble di mele, sempre gradito da grandi e piccini. L’accresciuta preferenza per il menu cruelty free è confermata anche dal recente “Rapporto Italia Eurispes” secondo cui gli italiani che hanno già scelto di essere vegetariani sarebbero circa 7 milioni, e le previsioni sono ancora più ottimiste: Eurispes pronostica 30 milioni di vegetariani nel 2050, cioè un italiano su due. Sempre secondo Eurispes, il 92% di chi ha già scelto di essere vegetariano lo ha fatto per rispetto nei confronti degli animali (44%) e per motivi di salute (48%), confermando come la motivazione etica e la cura della salute attraverso un’alimentazione consapevole siano alla base di questo stile di vita adatto davvero a tutte le età.

22 apr

TUTTO QUELLO CHE IL TUO IPHONE SA DI TE (MA TU NON OSAVI NEPPURE SOSPETTARLO)

Cito testualmente (e con grande rispetto) l’articolo di oggi di Federico Rampini che ci racconta come il nostro iPhone sappia tutto di noi, pure troppo: alcune creature di papà Steve Jobs conserverebbero la memoria di ogni nostro spostamento, minuto per minuto “Peccato che la Apple – scrive Rampini – non abbia mai sentito il dovere di dirvelo. Né di precisare che uso ne fa lei, di tutte quelle informazioni”. Gulp! Poi proseguo la lettura: “La rivelazione l’hanno fatta Alasdair Allan e Pete Warden (quest’ultimo è un ex dipendente Apple) in una ricerca presentata a San Francisco a un convegno di epsrti specializzati proprio nelle tecnologie della localizzazione, i sistemu sempre più raffinati e pervasivi che vengono usati per spiare i nostri movimenti.” Gasp! Scrive e si domanda poi Rampini: “E’ evidente l’utilità di queste tecnologie per l’esercito, per la polizia, la magistratura. Ma la Apple che se ne fa di tutti quei dati sui suoi clienti”. Un enorme, silenzioso, intelligentissimo Grande Fratello e non c’è modo per eliminare dal proprio iPhone o iPad questa prodigiosa memoria sulle nostre gesta (mi ricorda il cervellone nostalgico e paranoico di 2001: Odissea nello spazio): ” Se acceso, il telefonino tradisce comunque la sua ubicazione, collegandosi con i ripetitori. Grazie al software installato da Apple sui suoi cellulari e lettori digitali, queste notizia sui percorsi dell’utente finiscono in un angolo della memoria dell’apparecchio. Non c’è modo di saperlo, né disattivare questa funzione: andando nell’icona “impostazioni” questa capacità di memoria non appare e quindi non può essere spenta”. In questo momento, appena letto l’articolo a casa di mia madre, sono divisa fra uno strano fascino sinistro ed una paura ancestrale

21 apr

OCCAM: PER COMBATTERE LA POVERTA’ GRAZIE ALLA RETE

Qui sono con Héctor Villanueva, dell’Occam, fondata dall’Unesco nel ’96 per sviluppare programmi concreti contro la povertà. Héctor ha recentemente partecipato alla X Infopoverty World Conference “Come la rivoluzione digitale può sconfiggere la povertà e raggiungere gli obiettivi di sviluppo del millennio e di Lisbona” che si è tenuta a marzo qui Milano a Palazzo Isimbardi, a New York al Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite, a Bruxelles alla Commissione Europea, a Ginevra alla sede ITU e all’Università Cattolica di Santo Domingo. www.infopoverty.net/